Mariana Enríquez (Buenos Aires, 1973) è una giornalista e scrittrice argentina. Fa parte del gruppo di scrittori “nuova narrativa argentina“. Laureata in Comunicación Social alla Universidad Nacional de La Plata, collabora con «Radar», supplemento del quotidiano Página/12 (di cui è coeditrice) e le riviste «TXT», «La Mano», «La Mujer de mi Vida» e «El Guardián». Collabora anche con Radio Nacional. Ha pubblicato i romanzi Bajar es lo peor (1994) e Cómo desaparecer completamente (2004). Ha pubblicato inoltre le raccolte di Los peligros de fumar en la cama (2009) e Cuando hablábamos con los muertos (2013), tradotto in italiano nel 2015 per i nostri tipi. Predilige le atmosfere dark, ma se altrove ha sperimentato il genere horror (come in No entren al 14GB, antologia dedicata a Stephen King), nei tre racconti di Quando parlavamo con i morti la paura ha sempre connotati metafisici e metaforici, con richiami alla storia dell’Argentina e alla condizione della donna.